Consigliera Provinciale di Parità

Piazza Italia, 22 - 08100 NUORO
tel: 0784/238600 - fax: 0784/33325 - Cell. 346 796 58 29
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. "

La Consigliera riceve per appuntamento nei giorni: martedì 11,00-13,00 - giovedì 16,00-18,00

La Consigliera Provinciale di Parità è un’importante figura dell’ordinamento italiano istituita dalla Legge n. 125 del 10 aprile del 1991 (collegamento con la legge) e dal Decreto Legislativo n. 196 del 23 maggio del 2000 (collegamento con la legge).
Nell’esercizio della sua funzione è:

UN PUBBLICO UFFICIALE
che deve adoperarsi per:

  • Svolgere attività di promozione dell’occupazione femminile mediante l’adozione di azioni positive;
  • Contrastare ed eliminare ogni discriminazione di genere nel luogo di lavoro, tutelando e sostenendo le lavoratrici ed i lavoratori.

La Consigliera di Parità Effettiva della Provincia di Nuoro: Lampis Laura Franca

Nominata con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità del 28 Agosto 2008 , pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 217 del 16 settembre 2008.

I COMPITI E FUNZIONI DELLA CONSIGLIERA DI PARITA’

  • svolge funzioni di promozione e di controllo dell'attuazione dei principi di parità, di uguaglianza e di non discriminazione nel lavoro per donne e uomini.

Nello specifico la Consigliera di Parità:

  • Promuove ricerche al fine di studiare gli squilibri di genere
  • Rileva l'esistenza di discriminazioni dirette o indirette a causa del sesso, della religione, della disabilità, dell'età o dell'orientamento sessuale, al fine di promuovere azioni in giudizio correttive e di garanzia contro le discriminazioni;
  • Agisce in giudizio nelle controversie di lavoro, su mandato della singola lavoratrice o del singolo lavoratore, che lamenti una discriminazione;
  • Promuove l'occupazione femminile anche attraverso il sostegno alle politiche attive del lavoro, comprese quelle formative;
  • Promuove progetti di azioni positive e politiche di sviluppo sul territorio in materia di pari opportunità, individuando le risorse comunitarie, nazionali e locali finalizzate allo scopo;
  • Verifica la coerenza delle politiche di sviluppo territoriale sulle Pari Opportunità con gli indirizzi comunitari, nazionali e regionali
  • Collabora con le Direzioni Provinciali e Regionali del lavoro per rilevare le violazioni alla normativa di pari opportunità e garanzia contro le discriminazioni;
  • Promuove lo scambio di buone prassi e attività di formazione e informazione sulle tematiche delle Pari Opportunità.

LA CONSIGLIERA DI PARITA’:

COLLABORA con:

  • l’Assessorato al Lavoro della Provincia
  • la Direzione Regionale e Provinciale del Lavoro
  • Gli Organismi di Parità degli Enti Locali
  • Gli Assessorati al Lavoro degli Enti Locali

PARTECIPA alla:

INTERVIENE nelle:

  • Discriminazioni individuali
  • Azioni in giudizio
  • Politiche attive del lavoro
  • Per segnalare alla Autorità Giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza